DEMOETNOANTROPOLOGIA

Le linee di intervento della Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino nell’ambito delle attività promosse e relative all’Area funzionale V Patrimonio Demoetnoantropologico seguono una prospettiva che si indirizza su due punti fondamentali:

  •  intraprendere studi e ricerche  sugli aspetti delle realtà popolari locali e le tradizioni concernenti i territori delle province di Salerno e Avellino, con  lo sviluppo di tematiche atte a configurare la grande ricchezza delle culture locali.
   
 carafa fest55                     
carafa convegno polla2
  • predisporre iniziative e manifestazioni culturali nell’ottica di tutelare, promuovere, preservare, valorizzare e trasmettere il patrimonio demoetnoantropologico materiale ed immateriale.
                     carafa musica 20189

Tutto questo per favorire, attraverso una condizione partecipativa delle comunità e delle culture popolari, dalle multiformi  e complesse forme espressive, l’avvio di un’ipotesi di lavoro teso a valorizzare i territori nel rispetto delle diversità culturali, attraverso l’individuazione delle attitudini che afferiscono ad ambiti geografici differenziati come quelli agro-pastorali, rurali, costieri e marini che qualificano i territori del Salernitano e dell’Irpinia. Un patrimonio culturale immateriale connesso nelle proprie realtà e nelle proprie vocazioni, pronto a configurare fattori di sviluppo eco e sostenibili.

Responsabile Dott.ssa Rosa Carafa, Funzionario storico dell'arte e Responsabile Area funzionale V - Patrimonio Demoetnoantropologico, Soprintendenza ABAP di SA ed AV

Informazioni 089 318167 - rosa.carafa@beniculturali.it

Hanno collaborato alle pagine del settore di Demoetnoantropologia:

Sig. Antonio Giordano assistente tecnico presso la Soprintendenza ABAP di SA e AV.

Angela Della Porta - Università degli Studi Suor Orsola Benincasa; corso di laurea in Scienze dei Beni Culturali curriculum Storia dell'arte.

Linda Vitale, Antoine Ginestal, Ambre Touhami-Teffo - Università degli Studi di Fisciano; corso di laurea in Economia, valorizzazione e gestione del patrimonio turistico.

TORNA AL SITO